Diabete in gravidanza

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Uno degli esami più comuni in gravidanza è quello del livello di glicemia nel sangue e la curva di carico glicemico. Questi servono a diagnosticare per tempo la possibile insorgenza del diabete gestazionale. 

Si tratta di un’alterazione del metabolismo del glucosio, che può colpire le donne nel periodo dell’attesa, questo indipendentemente dalla pre-esistenza di questa patologia nel periodo antecedente la gravidanza. Questo stato di salute è un rischio sia per la mamma che per il bambino, per questo è indispensabile diagnosticarlo per tempo e intervenire.

I soggetti più a rischio e che dovranno sottoporsi agli esami di controllo della glicemia sono le donne che, tra la sedicesima e la diciottesima settimana di gravidanza, presentano almeno una delle seguenti condizioni:

  • obesità
  • diabete gestazionale in una gravidanza precedente
  • riscontro dei valori di glicemia plasmatica a digiuno -prima o all’inizio della gravidanza- compresi fra 100 e 125 mg/dl.

Il diabete gestazionale si manifesta con sintomi poco evidenti, rischiando di passare spesso inosservato, ma ecco alcuni “campanelli di allarme” da tenere sotto controllo sono:

  • aumento ingiustificato della sete
  •  frequente bisogno di urinare
  • perdita di peso corporeo nonostante l’aumento della fame,
  • nausea e vomito (molto comuni in gravidanza e quindi poco significativi)
  • disturbi della vista
  • infezioni frequenti come cistiti e candidosi.

Non curare il diabete gestazione potrebbe portare a delle conseguenze importanti per il piccolo, che sarà a maggior rischio di ipoglicemia, ittero, basso o alto peso alla nascita, malformazioni cardiache, disturbi respiratori. Inoltre aumentano i rischi di preeclampsia per la mamma e le probabilità di andare incontro a un parto cesareo.

Come curare il diabete in gravidanza

Spesso non servirà ricorrere all’utilizzo di farmaci, ma basterà attenersi a una dieta che verrà stabilità in base all’indice di massa corporea e alla crescita fetale.

Il tipo di dieta più comunemente assegnata è quella mediterranea, che privilegi carboidrati (pane, pasta, riso) integrali, che hanno un basso indice glicemico, mangiando poco e spesso, durante la giornata, per evitare prolungati periodi di digiuno.

Alla dieta bisognerà affiancare anche una moderata attività fisica. Se queste indicazioni non bastano a tenere sotto controllo la situazione si ricorrerà alla terapia con insulina.

Ovviamente nel corso di tutta la gravidanza si dovrà tenere sotto stretto controllo il livello di glicemia, per farlo si può ricorrere a strumenti portatili che permettono di rilevarla a casa.

Lifescan One Touch Verio Flex System Kit Glicemia

Free shipping
Last update was in: Luglio 9, 2019 4:48 am
19,68
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Fateci sapere cosa ne pensate

Lascia un commento