Escherichia coli in gravidanza

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

L’Escherichia coli è un batterio presente in grandi quantità nell’intestino e che, in condizioni normali, convive senza problemi con la nostra flora batterica intestinale. Se però la sua concentrazione aumenta ed i batteri invadono l’uretra, può dare origine ad un’infezione comunemente nota come cistite.

Questa infezione riguarda in particolar modo le donne, soprattutto quelle in età fertile. Questo per via della vicinanza tra intestino e uretra, che rende più facile la colonizzazione batterica dell’apparato urinario. A questo si aggiunge, durante la vita fertile, l’incremento degli ormoni estrogeni e la frequenza dei rapporti sessuali, che fanno aumentare la possibilità di infezioni.

L’aumento della produzione di progesterone durante la gravidanza rallenta i movimenti intestinali, favorendo la stitichezza e di conseguenza la proliferazione batterica; inoltre si va incontro più facilmente a disidratazione, che da una parte rende le urine più concentrate e più ricche di batteri.

Sintomi della cistite

l sintomo classico di un’infezione da Escherichia Coli è il bruciore durante la minzione, a questo si aggiunge lo stimolo più frequente ad urinare associato ad una scarsa quantità di urina emessa.

Nei casi di cistite più forte può comparire sangue nelle urine e febbre.

Come curare la cistite

L’Escherichia coli in gravidanza, così come le altre forme di cistite, non va trascurata, poiché la vescica è molto vicina all’utero e l’infiammazione potrebbe indurre l’utero a contrarsi, aumentando il rischio di parto prematuro.

Se avvertite uno dei sintomi tipici della cistite o altri fastidi, avvertite il medico che vi prescriverà un’analisi delle urine con urinocoltura, per accertare la presenza dell’Escherichia coli o di altri germi e vi prescriverà l’antibiotico più indicato a debellarli, compatibile con lo stato di gravidanza.

Come prevenire la cistite

Alcune abitudini di vita possono essere molto efficaci per prevenire la cistite, specie se si è già sofferto del fastidio prima della gravidanza e si sa di essere predisposte al problema.

  • BereUna maggiore idratazione fa diminuire la concentrazione di batteri nelle urine.
  • Curare l’igiene intima. Fate attenzione a lavarvi da davanti verso dietro, in modo da non portare residui di feci e microbi intestinali verso l’apparato uro-genitale.
  • Non trattenere a lungo le urineper evitare il ristagno di batteri in vescica.
  • Contrastare la stitichezzaseguendo un’alimentazione ricca di fibre e praticando una regolare attività fisica consentita in gravidanza.
  • Limitare alimenti piccanti, caffè, cioccolato, spezie ed alcolici, poiché contengono sostanze acidificanti che irritano l’intestino e causano quindi infiammazione.
  • Evitare biancheria intima sintetica e indumenti stretti, che non lasciano traspirare e facilitano la proliferazione batterica.
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Fateci sapere cosa ne pensate

Lascia un commento