OKI in allattamento

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Ti ha colpita un gran mal di testa e vorresti prendere qualcosa per calmarlo, la mano corre alla ricerca di un OKI, poi il dubbio: “Sto allattando, potrò prenderlo?”

Come durante la gravidanza anche il periodo dell’allattamento è molto delicato per quanto riguarda l’uso dei medicinali, per questo prima di assumere qualunque prodotto (anche quelli naturali) è bene consultarsi con un medico per essere certe di non nuocere alla salute del bambino. Bisogna anche ricordare che anche nei casi di medicinali consentiti durante l’allattamento la quantità fa la differenza, anche il farmaco più sicuro se preso in quantità non idonea può passare nel latte ed essere trasmesso al piccolo.

In generale è meglio evitare i farmaci con lunga durata d’azione; assumere il farmaco al minimo dosaggio terapeutico efficace e per il tempo consigliato dal medico; assumerlo subito dopo la poppata, poiché il picco ematico avviene tra 1 e 3 ore dall’assunzione orale oppure far passare tre ore tra quando si prende il farmaco e la poppata.

Un accorgimento utile che permette di ridurre l’esposizione del lattante al farmaco è l’assunzione prima del riposo più lungo del bambino.

Oki in allattamento: si può assumere?

L’Oki è un farmaco antinfiammatorio non steroideo, a base di Ketoprofene, utilizzato comunemente nel trattamento del dolore di origine infiammatoria sia su base reumatica che post-traumatica a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, odontoiatrico, respiratorio e urologico. Nelle diverse formulazioni in commercio viene usato per combattere i comuni mal di testa, dolori ai denti.. etc. Nonostante si tratti di un farmaco da banco, acquistabile in farmacia senza ricetta, è sempre meglio chiedere un parere al proprio medico curante.
In particolare, trattandosi di un FANS la sua somministrazione è assolutamente sconsigliata durante la gravidanza, poiché potrebbe portare a malformazioni fetali, rischi di aborto e, nella fase finale a possibili complicazioni al momento del parto.
La capacità di questo principio attivo di essere, seppur poco, passato al bambino attraverso al latte materno lo rende controindicato anche nel periodo dell’allattamento.

Tra gli analgesici e gli antipiretici sicuri in allattamento ci sono: il paracetamolo, l’acido acetilsalicilico e l’ibuprofene.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Fateci sapere cosa ne pensate

Lascia un commento