Tiroidite in gravidanza

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Gli ormoni della tiroide, nel corso della gravidanza, hanno un ruolo essenziale sia per la salute della donna che per lo sviluppo sano del feto.

Essere affette da problemi tiroidei non è sinonimo di sterilità o di gravidanza problematica, ma certamente sarà indispensabile monitorare la funzionalità della ghiandola e assumere eventualmente i farmaci necessari se prescritti. Questo permetterà di preservare la salute del bambino.

Le donne affette da ipotiroidismo (quantità insufficiente di ormoni tiroidei), se non vengono seguite correttamente potrebbero andare incontro a: ipertensione gravidica con o senza preeclampsia, il distacco placentare, il basso peso alla nascita.

In caso di ipertiroidismo gestazionale (eccesso di ormoni tiroidei), se non trattato, potrebbe portare a preeclampsia, parto prematuro, distacco della placenta, basso peso alla nascita.

Anche le donne che, normalmente, non soffrono di patologie legale al funzionamento della tiroide devono fare gli opportuni controlli a inizio gravidanza, per essere certe che tutto parta col piede giusto.

Infatti, i due ormoni caratteristici della gravidanza, la gonadotropina umana corionica (hCG) e gli estrogeni, stimolano la produzione degli ormoni tiroidei, che quindi vedono aumentare i rispettivi livelli ematici circolanti.

  • L’hCG, che viene secreta dalla placenta, stimola la tiroide a produrre modeste quantità aggiuntive di ormoni.
  • L’incremento di estrogeni genera livelli maggiori di globulina legante la tiroxina, la proteina adibita al trasporto degli ormoni tiroidei nel sangue.

Per produrre i suoi ormoni la tiroide usa lo iodio, motivo per cui questo minerale diventa importantissimo in gravidanza sia per la mamma che per il bimbo, che assumerà lo iodio dall’alimentazione materna. In gravidanza, quindi, aumenta la quantità di iodio richiesta dall’organismo, che sarà di circa 200 microgrammi al giorno.

Le donne affette da problemi tiroidei dovranno, quindi, prestare anche maggiore attenzione alla propria alimentazione che, oltre a dover rispondere alla maggiore quantità di alcuni specifici nutrienti, dovranno valutare se risulta necessario l’integrazione di iodio attraverso integratori prenatali multivitaminici e minerali, in modo da assicurare la salute della tiroide. In generale può essere un aiuto utilizzare sale arricchito di iodio.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Fateci sapere cosa ne pensate

Lascia un commento